4 commenti

Austerità, una cattiva medicina per la Spagna

Le drammatiche misure di austerità che si stanno applicando in Spagna sono “una chiara dimostrazione delle penalizzazioni che sono state imposte all’economia in cambio del salvataggio delle banche e della dilazione temporale accordata per riportare il deficit al 3% del Pil.”

Con queste parole l’economista Santiago Sanchez Guiu dell’Università Carlo III di Madrid si esprime in un post sul blog “Free Exchange” dell’Economist parlando della catastrofe economica che sta travolgendo la Spagna.

L’articolo ribadisce, ,se ancora qualcuno non l’avesse inteso, che la crisi della Spagna non deriva da un lassismo del bilancio pubblico. E’ bene ricordare – sostiene Sanchez Guiu – che nel 2007 la Spagna registrava un surplus complessivo di bilancio più grande di quello della Germania e un deficit strutturale minore. Il debito al lordo di interessi era pari in Spagna al 36% del Pil contro il 65% di quello della Germania. E fino allo scorso anno il debito pubblico spagnolo continuava ad essere inferiore a quello della Germania.

L’economia della Spagna sta implodendo – continua Sanchez Guiu – e senza forti misure di politica monetaria espansiva che facciano da contrappeso, gli effetti depressivi dell’austerità non potranno che ingigantirsi, attivando un circolo vizioso per cui il carico debitorio pubblico non potrà che peggiorare con effetti perversi anche sul sistema bancario.

Tutto questo può certamente spingere più in là il limite di resistenza economica del paese fino al punto in cui alla Germania risulterà conveniente fare la sua parte nella gestione del rischio finanziario della Spagna. Nel frattempo, però, un quarto dei lavoratori spagnoli è disoccupato, una quantità più elevata di 4 punti percentuali rispetto alle cifre dello scorso anno, ed è davvero difficile immaginare che questa situazione sia ancora sostenibile a lungo.

Leggi l’articolo da “L’Economist”

Advertisements

4 commenti su “Austerità, una cattiva medicina per la Spagna

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. […] https://keynesblog.com/2012/07/13/austerita-una-cattiva-medicina-per-la-spagna/ Condividi:FacebookTwitterDiggEmailStampaLike this:Mi piaceBe the first to like this. Questo articolo è stato pubblicato in Documenti, News. Includi tra i preferiti il permalink. ← Michele Curto (SEL): Ero e siamo contrari al TAV! […]

  3. […] una cattiva medicina per la Spagna. Posted by keynesblog on 13 luglio 2012 in Economia, […]

  4. […] i propositi di quegli oscuri soggetti che, ad un paese in ginocchio col 25% di disoccupazione, chiedono austerità e politiche di rigore? Focalizzati sull’abbattimento delle ineguaglianze […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: