Archivio tag | articolo 18

Meglio discutere dell’articolo 18 o del lavoro che non c’è?

L’ostinazione a centrare i problemi dello sviluppo italiano sulla riforma del mercato del lavoro sembra non trovare fine. Ma sembra non trovare fine anche l’ostinazione con cui diversi economisti e sociologi si prodigano nel ribadire che con la creazione di posti di lavoro (il reale dramma dell’Italia) l’articolo 18 non ha nulla a che fare. […]

In Germania più difficile licenziare che in Italia, ma i mini job creano maggiore divisione nel mondo del lavoro

Mentre torna ad imperversare lo scontro sull’articolo 18, con il governo intenzionato ad incrementare la flessibilità in uscita, Paneacqua pubblica un’intervista a Piergiovanni Alleva, docente del diritto del lavoro presso l’Università di Ancona e ad Andrea Allamprese, docente di diritto del lavoro presso l’Università di Modena. L’idea del governo esposta ieri ai sindacati sarebbe di […]

A proposito di articolo 18: breve storia delle lamentele dei datori di lavoro

Appello dei giuristi a difesa dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori

Pubblichiamo l’appello promosso da studiolegaleassociato.it a difesa dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori. L’appello è firmato, tra gli altri, da Sergio Mattone, Presidente Emerito Corte di Cassazione Sezione Lavoro e diversi docenti universitari. Le adesioni riservate ai soli giuristi possono essere inviate a segreteria@studiolegaleassociato.it. L’elenco delle firme è reperibile sul sito studiolegaleassociato.it Appello “L’articolo diciotto: […]

La flessibilità del lavoro deprime la domanda aggregata e la crescita

In quali termini un’azione sul mercato del lavoro potrebbe influenzare positivamente il rilancio dell’economia? Semplice: dovrebbe aumentare l’occupazione e agire favorevolmente sui livelli retributivi (o perlomeno non peggiorarli). Si otterrebbe in questo modo un aumento della domanda aggregata. Purtroppo quanto accaduto sinora (e di conseguenza quanto si prospetta sulla base della discussione in merito all’articolo […]

Il contratto di apprendistato per superare la precarietà

Il tessuto produttivo italiano non assorbe i lavoratori qualificati e richiede poca formazione. Il contratto d’apprendistato, vincolando l’impresa alla qualificazione dei dipendenti, è la forma migliore non solo per superare la precarietà ma anche per incentivare la modernizzazione delle nostre imprese. di Daniela Palma, Guido Iodice (keynesblog.wordpress.com) Il dibattito intorno alla riforma del mercato del […]

Aumentare la precarietà del lavoro non produce occupazione

Da più parti nel dibattito degli ultimi giorni sulla riforma del mercato del lavoro è emersa l’osservazione che non è rendendo più precario quest’ultimo che si incentivano la domanda di lavoro e lo sviluppo. E d’altra parte sono a confermarcelo, ancora una volta, i numerosi rilievi provenienti da studi comparati sul tema, come ci illustra […]

L’articolo 18 non frena la crescita delle imprese

Nell’acceso dibattito intorno all’ipotesi di eliminazione dell’articolo 18 si afferma spesso che esso sarebbe di freno alla crescita dimensionale delle imprese, con tutto quel che ne consegue in termini di ricadute sulla scarsa competitività del sistema produttivo italiano. Le evidenze empiriche disponibili non sono tuttavia in grado di evidenziare l’emergere di un “effetto soglia”, ovvero […]