Archivio | settembre 2012

Stai esplorando gli archivi per data.

Che cos’è il debito pubblico e perché non è “il” problema

Pubblichiamo un saggio di Roberto Ciccone tratto dall’e-book “Oltre l’austerità”. Alcune parti del testo sono tecniche, ma non particolarmente complesse. Anche al di là di queste parti, tuttavia, il saggio ha il pregio di smontare molti luoghi comuni sul debito pubblico. Ricordiamo che l’e-book verrà presentato il 1° ottobre al Senato Sulla natura e sugli […]

Alesina e Giavazzi propongono la sanità all’americana: un sistema fallimentare, costoso e inefficiente

Nell’editoriale domenicale sul Corriere della Sera, Alesina e Giavazzi descrivono il sistema sanitario italiano come insostenibile. Eppure costa meno, allo Stato e ai cittadini, che il sistema prevalentemente privato all’americana.

Il timbro «liberal» non assolve la politica

di Guido Rossi da “Il Sole 24 Ore” del 23 settembre 2012 La confusione della politica e il conseguente smarrimento dei cittadini, che sovente provoca attrazioni verso il populismo o verso derive sociali, sono in questo periodo al centro della crisi e della inefficienza dei governi incapaci di risolverla. La prossimità di competizioni elettorali riempie […]

La decrescita è in atto. Si chiama povertà

di Gabriele Pastrello – Joseph Halevi da il manifesto del 20 settembre 2012 C’è una genia che prospera su tutto lo spettro politico, italiano e mondiale: i lungoperiodisti. L’atteggiamento di chi posa a pensatore del futuro, disdegnando le misure raffazzonate o gli interventi di breve periodo. I lungoperiodisti di destra aborriscono l’inflazione e vogliono una […]

Stiglitz a tutto campo: “Se non si può riformare, meglio la fine dell’euro”

L’economista americano premio Nobel Joseph Stiglitz risponde su Le Nouvel Observateur alle domande poste dai lettori.Condanna le politiche europee di austerità (comprese quelle di Hollande), la flessibilità senza protezioni nel mercato del lavoro, e dichiara che uscire dall’euro è meglio che seguire politiche suicide. Da Investireoggi, traduzione Carmen Gallus

Obama, poco keynesismo è sempre meglio di tanta austerità

di Emilio Carnevali. Tratto da “In difesa di Barack Obama” e-book edito da MicroMega online Per molti esponenti della destra Obama è un estremista di sinistra che ha approfittato della crisi per realizzare il sogno di un Big Government, ovvero di un gigantesco apparato burocratico capace di insinuarsi in tutti i gangli vitali dell’economia e […]

Austerità, il modello britannico

di Michael Calderbank da Sblilanciamoci.info Dopo le elezioni britanniche del 2010, il partito conservatore – i Tory – insieme ai loro alleati di coalizione, i liberaldemocratici – i Lib Dem –, avevano annunciato la priorità assoluta per il paese: tagli draconiani alla spesa pubblica per ridurre il deficit di bilancio. Solo un’azione del genere – […]

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.303 follower