Archivio | luglio 2012

Stai esplorando gli archivi per data.

I giovani e il Decreto Sviluppo

Il recente decreto sviluppo individua un obiettivo giusto: contrastare la disoccupazione intellettuale giovanile. Ma gli strumenti che predispone sono inefficaci e sbagliati perché derivano dal tentativo di coniugare rigore e crescita e da un’impostazione di politica economica interamente declinata dal lato dell’offerta. di Guglielmo Forges Davanzati da MicroMega on line

La destra ultraliberista contro la Federal Reserve

“The U.S. government has a technology, called a printing press (or today, its electronic equivalent), that allows it to produce as many U.S. dollars as it wishes at no cost.” – Ben Bernanke, presidente della Federal Reserve degli Stati Uniti Il 25 luglio la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un disegno di […]

La Germania incomincia a fare i conti sull’Euro

di Vladimiro Giacché da Pubblico Da tempo l’interpretazione dei discorsi dei governanti europei non ha nulla da invidiare, quanto a complessità, all’interpretazione dei discorsi dei leader sovietici ai quali si dedicavano dei veri e propri specialisti, i sovietologi. Da mesi, ormai ogni giorno, stuoli di eurologi si rompono la testa per capire il senso dell’ultima […]

Controllare la finanza, ridare potere agli stati

La finanza continua a dominare la vita economica e politica. C’è poca speranza di uscire dalla crisi, finché non si riformano i meccanismi che governano il settore finanziario. Qualcosa è stato fatto, ma è troppo poco di Vincenzo Comito, da Sbilanciamoci.info

Super Mario Draghi e i suoi poteri (poco super)

Basta una dichiarazione del banchiere centrale per far precipitare gli spread. Ma i suoi poteri e l’effettiva determinazione sono limitati. L’uscita dall’Euro rimane sul tappeto e può essere l’occasione per l’inizio di un percorso nuovo di cui l’Italia sarebbe chiamata a dare il meglio di sé

Come uscire, con intelligenza, dall’Euro

di Emiliano Brancaccio L’opzione di uscita dall’euro non è più solo una prerogativa di Berlusconi, Grillo e dei movimenti cosiddetti “populisti”. Giorni fa era il Corsera a pubblicare editoriali che riabilitavano il tema della sovranità nazionale ed altri interventi che sollevavano il problema della difesa dei capitali nazionali da acquisizioni estere a prezzi di sconto. […]

La cattiva società delle disuguaglianze

Le società avanzate sembrano ormai essere cadute in una inestricabile trappola della disuguaglianza, che ben si salda con la bassa crescita del Pil degli ultimi trenta anni. La riflessione è di Robert Skidelsky, che su Project Syndicate ripercorre le principali tappe del processo che segna a livello mondiale l’enorme aumento delle disuguaglianze di reddito tra […]

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.374 follower